La Postensione applicata alle pavimentazioni industriali rappresenta la rivoluzione del settore, la nuova concezione di qualità e professionalità. Medipav è la società che distribuisce in esclusiva in Europa il sistema della Postensione, chiamato TENSOSLAB, sviluppato con la partnership di primari gruppi del settore della produzione dei trefoli d’acciaio viplati (inguainati) e di aziende leader sul mercato nella progettazione ed applicazione della Postensione alle grandi opere (ponti, viadotti, interporti, ecc.).

Pavimenti postesi senza giuntiPavimenti postesi senza giunti

La Postensione applicata alle pavimentazioni industriali rappresenta la rivoluzione del settore, la nuova concezione di qualità e professionalità. Medipav è la società che distribuisce in esclusiva in Europa il sistema della Postensione, chiamato TENSOSLAB, sviluppato con la partnership di primari gruppi del settore della produzione dei trefoli d’acciaio viplati (inguainati) e di aziende leader sul mercato nella progettazione ed applicazione della Postensione alle grandi opere (ponti, viadotti, interporti, ecc.).

Medipav fornisce consulenza completa dalla fase di progettazione, alla fornitura del materiale di Postensione (accessoristica, centraline, martinetti), sino alle fasi di tesatura finale.

La tecnologia consiste nel sostituire la classica armatura (reti elettrosaldate, fibre metalliche, sintetiche, in vetro, ecc.) con cavi monotrefolo di tipo non aderente (“unbonded”) ingrassati ed inguainati, vincolati a dispositivi di ancoraggio certificati secondo marcatura CE (conformi alle norme europee ETA 013), annegati nel calcestruzzo e Postesi con martinetti idraulici.

Il sistema TENSOSLAB è garantito dalla progettazione ingegneristica che si effettua in funzione delle caratteristiche tecniche del sottofondo, della portanza richiesta e dei carichi, statici e dinamici: si determinano lo spessore della lastra, la disposizione dei trefoli e dell’armatura supplementare nonché le caratteristiche specifiche del calcestruzzo.

Si progetta quindi il mix design, si procede alla prequalifica della ricetta verificando le caratteristiche dell’impasto già in centrale di betonaggio e si controlla la costanza delle proprietà tecniche direttamente in cantiere effettuando un’attenta mappatura dei getti con tracciabilità dell’intero processo realizzativo. La pavimentazione realizzata col sistema TENSOSLAB risulterà dunque progettata scientificamente, controllata puntualmente e garantita con la Polizza Postuma di rimpiazzo d’opera parziale o totale.

TENSOSLAB è la soluzione ai problemi tradizionali di ogni pavimentazione: è possibile realizzare pavimentazioni senza giunti, senza crepe, senza imbarcamenti, superfici monolitiche estese, a ridotto spessore, assicurando elevata planarità e drastica riduzione dei costi di manutenzione.

TENSOSLAB si dimostra ideale per tutti gli ambienti che prevedono alte scaffalature, elevati carichi concentrati, puntiformi e dinamici, circolazione sistematica di veicoli con ruote a bassa impronta, necessità di pavimenti da rifinire anche con rivestimenti in resina, ed in generale per tutte le pavimentazioni altamente funzionali e prestazionali.

Il processo realizzativo

Progettazione ingegneristica

La lastra in calcestruzzo Postesa viene dimensionata con l’accurata progettazione ingegneristica di ogni singolo dettaglio a partire dalla collocazione dei trefoli, la valutazione del passo della maglia, la collocazione dell’armatura lenta in base ai carichi puntuali e distribuiti, l’organizzazione e la sequenza dei getti nel rispetto di specifiche esigenze realizzative.

Cura del sottofondo e livellamento a controllo laser

La preparazione attenta ed accurata del sottofondo diventa fondamentale nell’utilizzo della Postensione: si deve verificare la capacità portante, la planarità, il grado di compattazione e l’omogeneità del sottofondo. L’utilizzo della micropala a controllo laser e del rullo permette di velocizzare tale operazione raggiungendo precisioni notevoli.

Stesura strato di scorrimento e collocazione della maglia di trefoli

La stesura di un doppio strato di polietilene crea lo strato di scorrimento che isola la lastra di calcestruzzo dal terreno per ridurre l’attrito tra struttura e sottofondo. Predisposte quindi le casserature di chiusura, si collocano le armature lente intorno ai pilastri e ai punti fissi della struttura, si svolge la bobina di trefolo, si tagliano i trefoli e si collocano a maglia secondo la progettazione di base.

Getto laser e controllo puntuale del processo realizzativo

Durante il getto, la maglia di trefoli viene posta su distanziatori alla quota baricentrica rispetto allo spessore della lastra. Durante il getto si effettua il controllo integrato del calcestruzzo e delle sue caratteristiche tecniche con il prelievo dei provini sui quali effettuare lo schiacciamento in laboratorio e da cui estrapolare i valori minimi di pressione per la tesatura. Si procede quindi alla stagionatura protetta della pavimentazione per garantirne la corretta maturazione controllata del calcestruzzo in opera.

Tesatura parziale e finale

La prima tesatura, parziale, viene effettuata solitamente entro le 24/30 ore con uno speciale martinetto idraulico, per contrastare le microfessurazioni da ritiro plastico del calcestruzzo.

Raggiunta poi la resistenza idonea del calcestruzzo (solitamente dopo 72 ore) si effettua la tesatura finale che conferisce alla lastra la capacità portante richiesta dal progetto ed annulla i giunti di costruzione comprimendo uno contro l’altro i lotti contigui.

Finitura superficiale

Completato il processo realizzativo con l’applicazione della Postensione si procede alla finitura della superficie effettuata con trattamenti chimici o termomeccanici (levigatura), che conferiscono al pavimento le condizioni estetiche e funzionali richieste in fase progettuale

Il sistema TENSOSLAB soddisfa, quindi, le esigenze più severe, dimostrandosi investimento ideale per committenti sensibili al raggiungimento di standard qualitativi elevati.

Il sistema TENSOSLAB offre il supporto ideale per eventuali trattamenti superficiali, indurenti chimici di superficie, levigature, finiture in resina in funzione delle specifiche tecniche indicate dalla committenza.

TENSOSLAB si presta con assoluta duttilità anche ad applicazioni che, col sistema tradizionale, sarebbe complicato realizzare: forme geometriche irregolari (triangoli, trapezi, rettangoli stretti, ecc.) e pavimentazioni esterne con parametri costruttivi complicati.

I vantaggi

• Eliminazione dei giunti

• Assenza di fessure

• Eliminazione dell’imbarcamento

• Annullamento del dislivello tra i bordi delle lastre

• Riduzione degli spessori

• Elevata planarità e raccordo tra le piastre

• Abbattimento dei costi di manutenzione

• Maggiore comfort di utilizzo

• Miglior effetto estetico

• Controllo dell’intera filiera (dalla produzione dei trefoli d’acciaio alla realizzazione della pavimentazione)

• Garanzia con Polizza Postuma